Design

26 July, 2021 | Design, News

Come scegliere il colore giusto per il tuo progetto

La scelta dei colori è fondamentale nella realizzazione di un progetto di Interior Design. In questo articolo vedremo alcuni spunti utili per scegliere il colore più adatto per il tuo ambiente.

Quando si pensa ai colori in relazione all’Interior Design, la mente si riempie di mille immagini, non sempre tutte coerenti tra loro. Per il colore, nella decorazione d’interni, non ci sono delle regole precise da seguire secondo logiche defininte, ma, nella soggettività più libera, può avere un senso tutto e il contrario di tutto pur tuttavia nei limiti del buon gusto!

Le proposte dei rivenditori e delle riviste di settore, infatti, spaziano fra variegate alternative: dai toni chiari e tenui dello stile scandinavo ai colori più forti e decisi che si sposano con uno stile più classico in grado di dare un tocco di freschezza e gioventù all’ambiente. Non c’è una regola d’oro per la scelta del colore, ma si può spaziare seguendo i propri gusti e il proprio stile: l’obiettivo è riuscire a trovare il giusto mix che ci permetta di creare un progetto sartoriale, a misura dei nostri gusti e dei nostri desideri.

E allora, come capire qual è il colore giusto per noi e come riuscire ad orientarsi tra tutte le idee e gli stili che ci piacciono? Qui di seguito proviamo a fornirti una chiave di lettura originale per scegliere il colore perfetto per te e per il tuo progetto di Interior Design.

1 – ISPIRARSI ALL’ARTE

Il colore, come Kandinsky ci ha insegnato, riesce a toccare le corde più intime e suscita emozioni in chi lo vive e lo contempla, risvegliando ricordi e sensazioni. E allora una buona idea potrebbe essere quella di partire proprio da un’opera d’arte che amiamo per definire la palette che poi utilizzeremo nella stanza o nei vari ambienti della nostra casa, ricavarne il colore prevalente, da usare magari sulle grandi superfici, e poi determinare i colori complementari da utilizzare per i dettagli, come le cornici di porte e finestre o anche sugli elementi d’arredo che andranno a popolare la stanza. E il “tema” dell’opera d’arte potrebbe guidarci non solo nel realizzare una stanza ma anche l’intero appartamento, sfruttando tutte le nuances che questo ci suggerisce oppure scegliendo opere diverse per creare delle stanze a “tema”.

2 – SCEGLIERE UNO STILE

Individuare uno stile con cui vogliamo “vestire” il nostro progetto, ci permetterà di restringere il campo a quelle tonalità che contribuiscono a creare la giusta atmosfera. Possiamo orientarci su uno stile classico, con dei toni caldi ed eleganti, oppure uno stile moderno, contrassegnato da toni più freddi con qualche tocco di colore; in alternativa possiamo optare per lo stile industrial, con prevalenza di dettagli in metallo scuro e materiali strutturali a vista nel loro aspetto naturale, per conferire carattere allo spazio. Infine, possiamo preferire un ambiente dallo stile eclettico, dove riuscire a coniugare pezzi di varia natura per creare un’atmosfera accogliente ed intima. Insomma, anche in questo caso le alternative sono tante.

3 – OSSERVARE LA LUCE

La luce è un aspetto da valutare con particolare attenzione nella scelta de colore per il nostro progetto. Innanzitutto, è bene considerare la luce naturale. L’esposizione della stanza alla luce naturale non è certo una variabile ininfluente: quando individuiamo un colore che ci piace proviamo ad applicarlo su una piccola area delle pareti per valutarne l’effetto. Osservare i campioni di colore, nella stanza, alle diverse ore del giorno, ci permetterà infatti di valutare al meglio se il colore e la tonalità soddisfano le nostre aspettative. Non dimentichiamo poi la luce artificiale. Anche lo studio di un progetto di illuminazione è importante, poiché non bisogna trascurare i momenti che passeremo in questi spazi nelle ore notturne. Dobbiamo infatti tener conto che i colori scuri potrebbero essere poco valorizzati in una stanza scarsamente illuminata, conferendo all’ambiente un’atmosfera cupa e poco accogliente.

4 – RENDERING DEL PROGETTO

Poter vedere rappresentato il nostro progetto in anteprima grazie ad un rendering fotorealistico ci permette di scegliere in modo più consapevole una soluzione rispetto ad un’altra; l’utilizzo di un software 3D permette di condividere le idee ed anche di simulare diverse opzioni alternative per soddisfare ogni genere di curiosità e superare dubbi, perplessità, difficoltà nel prendere una decisione. Con il programma giusto si può simulare anche l’interazione del colore con varie situazioni di luce e riuscire a studiare il progetto anche sotto questo punto di vista.

Con un rendering fotorealistico puoi valutare l’impatto della luce nell’ambiente e le tonalità di colore. Render realizzato con DomuS3D.

Come si può intuire, non esiste una strada già tracciata da seguire per la scelta del colore giusto in un progetto di Interior Design. Possiamo scegliere un percorso, oppure un altro, o farci guidare dalle nostre sensazioni e dalle emozioni che una particolare immagine evoca in noi. Questa deve essere l’unica regola d’oro: seguire l’ispirazione e giocare con i colori che più stimolano le nostre emozioni per quel particolare tipo di spazio e poi… soprattutto, divertirsi. Senza dimenticarsi che si può sempre cambiare idea, e che, con una semplice mano di vernice, anche il nostro progetto apparirà immediatamente rinnovato e pieno di nuova energia vitale.

Vuoi saperne di più sui nostri prodotti?

Per ricevere informazioni specifiche sui nostri prodotti, richiedere una consulenza o attivare un abbonamento, puoi contattarci qui.